Rimozione Amalgama dai Denti

Vuoi rimuovere l’amalgama in modo sicuro e protetto? Scopri il nostro protocollo di rimozione protetta!
Dal 2008 sono iniziati i divieti dell'utilizzo di mercurio in ambito medico, compreso quello delle amalgame dentali in odontoiatria.


Sei alla ricerca di un metodo per rimuovere l’amalgama d’argento dai tuoi denti in modo sicuro e protetto?

In questa pagina scoprirai le varie strategie e come viene eseguita la “rimozione protetta” presso il centro Microdent Denta SPA. Dal 2008 sono iniziati i divieti dell'utilizzo di mercurio in ambito medico, compreso quello delle amalgame dentali in odontoiatria.

La presenza di questo metallo pesante nelle otturazioni, infatti, comporta un lento ma inesorabile assorbimento di una sostanza tossica per l'organismo, capace di provocare problemi di salute di un certo rilievo! In particolare, il mercurio liberato dalle amalgame dentali tende a concentrarsi nei tessuti nervosi, dando origine a sintomi neurologici di vario genere, quali ad esempio: mialgie, affaticamento, quadri sintomatologici intestinali, irritabilità, ma anche un'accentuata predisposizione alle infezioni.

Il pericolo dell'utilizzo delle amalgame non riguarda solo i pazienti nei quali è stato utilizzato ma anche il personale odontoiatrico ed ausiliario che vi ha lavorato direttamente per crearle oppure…per rimuoverle!

Infatti poiché il mercurio dell'amalgama tende a depositarsi nelle strutture nervose, i sintomi in pazienti nei quali non è stata rimossa possono anche raggiungere stadi preoccupanti e diventare fonte di patologie severe. Dai tremori alle convulsioni, dalla depressione all'insonnia, dalla nausea alla perdita di appetito, fino a seri disturbi renali, ulcere buccali e perdita dei denti, le amalgame hanno creato quadri patologici notevoli e variegati.

Rimuovere le amalgame dentali: sì o no? E sopratutto…come???

A fronte dei problemi riscontrati a seguito delle otturazioni dentali con amalgame, si è ormai concordi nella necessità assoluta in caso di indicazioni di rimuoverle definitivamente, per sostituirle con materiali biocompatibili e, perchè no, più estetici come ad esempio i compositi o la ceramica.

Il processo di rimozione delle amalgame in odontoiatria, però, deve avvenire secondo precise misure di sicurezza che garantiscano un'eliminazione responsabile, tanto per l'odontoiatra quanto per il paziente.

Durante l'eliminazione dell'otturazione in amalgama, infatti, vi è una forte dissolvenza di microparticelle di mercurio, le quali possono essere ingerite o inspirate creando problemi neurologici abbastanza gravi. Di conseguenza diventa necessario effettuare la rimozione attraverso misure specializzate ed un protocollo definito di “Rimozione Protetta”, che riduca al minimo tale esposizione e permetta di controllare la diffusione del mercurio in forma gassosa.

Questa precauzione è estremamente importante se si considera che la primaria metodologia di eliminazione è attraverso l'uso del “comune” trapano, il quale vaporizza il mercurio imprigionato nell'amalgama in quanto va ad abraderla progressivamente.

La pericolosità potenziale di questa delicata pratica di rimozione, risiede nell'elevata possibilità di creare uno stato di intossicazione acuta da mercurio (dovuta alla massiccia liberazione durante la fresature delle amalgame) che si va ad addizionare ad un'intossicazione pregressa e cronica, già in atto nel paziente.

Per questo motivo una delle prime misure cautelative che l'odontoiatra specializzato in rimozione amalgama deve prendere, in vista di una rimozione delle vecchie otturazioni d’argento, è quella di procedere lentamente e in più sedute, evitando tassativamente l'eliminazione di molteplici otturazioni in una singola occasione, sopratutto se di grandi dimensioni. In questo caso, infatti, il rischio di ricreare uno stato di intossicazione acuta a causa dei vapori di mercurio è elevatissima e ad alto rischio per tutte le persone presenti durante la procedura.

Conseguentemente l'indicazione più raccomandata per la sicurezza collettiva è quella di eliminare una o due otturazioni in amalgama al mese, lasciando così il tempo all'organismo di eliminare i primi residui e arrivare alla seduta di rimozione successiva, sufficientemente disintossicato per poterne sostenere un'altra.

Misure cautelative della rimozione di amalgame - Il Protocollo Microdent

Il professionista che esegue la rimozione delle otturazioni di amalgama dentali, conosce bene il rischio a cui espone se stesso e il paziente.

Ecco perché deve procedere secondo passaggi obbligati e necessari, seguendo un protocollo preciso.

Come in tutte le procedure mediche, il primo e più importante passaggio risiede nella diagnosi, che avviene tramite valutazione clinica e radiologica. Spesso le amalgame presenti sono molto grandi e profonde, per questo motivo va avvertito il paziente del rischio eventuale che la rimozione porti alla necessità di devitalizzare il dente o ripristinare la sua struttura con un intarsio anziché con una otturazione diretta.

Decisa e valutata accuratamente la necessità di rimozione, si può procedere con la seduta, che inizia solitamente con l’anestesia locale. Vediamo quindi quali sono le accortezze da utilizzare in caso di rimozione dell’amalgama d’argento con protocollo protetto.

In primis, vi è la necessità di un'aspirazione efficiente e continua, che permetta di impedire al massimo l'accumulo di mercurio residuo nell'organismo. Si usano per questo fine due aspiratori a forte capacità messi estremamente vicino all’amalgama da rimuovere, per aspirare ed allontanare immediatamente i vapori ed i trucioli dalla bocca appena rimossi. Per migliorare la sicurezza durante la rimozione delle amalgame odontoiatriche, si può utilizzare un'apparecchiatura che determina un'aspirazione forzata dei residui di mercurio. Si tratta di un dispositivo di plastica morbida che, applicato all'aspiratore chirurgico nelle vicinanze della diga, crea quasi un sottovuoto.

Accanto a questo, fondamentale risulta l’uso della diga di lattice pesante, completamente impermeabile,  che va ad isolare il dente da trattare dagli altri e dalla bocca, creando una sorta di impedimento meccanico alla diffusione del mercurio. Poiché l'amalgama va eliminata attraverso l'utilizzo del trapano, sarà fondamentale scegliere uno strumento (trapano elettrico e non ad aria) con un basso numero di giri al secondo e frese in carbonio di tungsteno, in modo da rendere meno dispersiva la vaporizzazione.

L’otturazione andrà rimossa rompendo in vari pezzi, riducendo al minimo i passaggi “abrasivi”, cercando di rimuovere l'amalgama integralmente con l'aiuto di strumenti che fungano da leve. 

Al fine di ridurre al minimo l'inquinamento del campo, durante tutta la procedura sarà importante mantenere costanti ed elevate le potenze di aspirazione, irrigazione e raffreddamento ad acqua, per poi effettuare un abbondante risciacquo con acqua, prima dell'eliminazione definitiva della cannula di aspirazione.

Poiché le particelle di mercurio liberate durante il lavoro possono velocemente raggiungere gli occhi e quindi il sistema nervoso centrale, il paziente e l'operatore dovranno indossare degli appositi occhiali protettivi e garze bagnate che fungono da ulteriore barriera.

Altrettanta attenzione va posta all'inspirazione delle microparticelle di mercurio che, dai nervi olfattivi e dai polmoni, possono raggiungere velocemente le vie nervose centrali. Il medico dovrà per questo utilizzare doppia mascherina e visiera protettiva, mentre al paziente verrà protetto anche il naso, eventualmente somministrando ossigeno con un particolare inalatore.

Rimossa l’amalgama si procederà con la ricostruzione del dente utilizzando dei compositi o effettuando le impronte per un intarsio.

Passaggi tecnici per l'eliminazione delle amalgame

La rimozione delle amalgame in odontoiatria prevede passaggi ben precisi, necessari a limitare l’inquinamento organico e permettere quindi una procedura in massima sicurezza.

Gli strumenti necessari sono:

  • diga in lattice pesante;
  • trapano elettrico con fresa in carburo di tungsteno;
  • aspiratore chirurgico doppio;
  • strumenti leva per disincastonatura;
  • irrigazione e disinfezione;
  • occhiali protettivi;
  • copertura del volto del paziente;
  • eventuali tubi nasali con ossigeno o garza di protezione;

Il protocollo Microdent da seguire per una corretta eliminazione delle amalgame odontoiatriche prevede quindi:

  • Prima Visita clinica del paziente con raccolta dell'anamnesi e colloquio preliminare per spiegare la procedura nei minimi dettagli;
  • Rimandare l'eliminazione delle amalgame in stato di gravidanza, allattamento o nel caso in cui si preveda una gravidanza nei 2 anni successivi;
  • Aumentare il numero di evacuazioni fecali al giorno in modo da impedire l'accumulo intestinale di mercurio;
  • Rendere efficiente l'ossigenazione del paziente;
  • Protezione completa del dentista e dello staff presente;
  • Mantenere spalancata la finestra della sala in cui si opera, per facilitare l'eliminazione di mercurio volatile.
  • Ricostruzione del dente con composito estetico o esecuzione di un intarsio. In caso di dente devitalizzato, potrebbe essere anche da valutare la protezione con una capsula in ceramica.
  • Al termine della rimozione verranno dati 2 grammi di vitamina C “CamuCamu” per ridurre il passaggio del mercurio nel sangue.

Tutte queste cautele sono assolutamente necessarie ed indispensabili perché i danni da mercurio contenuto nelle amalgame e quelli provocati dal mercurio liberato durante la rimozione delle stesse, sono quasi sempre sottovalutati ma esistenti. Le problematiche neurologiche, infatti, costituiscono solo uno dei quadri sintomatologici espressi dall'intossicazione da mercurio, ma quest'ultimo crea anche danni da ossidazione a causa dell'aumento di radicali liberi, determinando un invecchiamento precoce cellulare ed organico. 

Per di più, il mercurio delle amalgame espone ad una sollecitazione continua il sistema immunitario. Eseguire quindi un'eliminazione delle amalgame in maniera sicura e secondo un rigido protocollo di rimozione protetta consente quindi di procedere con la garanzia di non arrecare danni al paziente ma anche allo staff!

Oltre alle procedure sopra descritte, cuore del protocollo protetto di rimozione amalgama, si possono adottare in modo facoltativo alcune procedure di preparazione e miglioramento del protocollo.

  • Assumere Galium Heel, un drenante omeopatico, 15 gocce per 3 volte al giorno iniziando 2 settimane prima e proseguendo per 2 settimane dopo;
  • Eliminare per la dieta per 1 mese (da 15 giorni prima di rimozione) latte, latticini e glutine;
  • Assumere Cloruro di Magnesio da 15 giorni prima per 4 mesi, 2,5grammi al giorno, che ha proprietà antibatteriche ma sopratutto di prevenzione delle patologie degenerative;
  • Il giorno della rimozione al mattino assumere carbone vegetale per ridurre l’assorbimento del mercurio o ancora meglio assumere Zeosind Med della Legren da subito per 2 mesi 4 capsule al giorno aprendole nel bicchiere d’acqua.

Qualora tu sia interessato a rimuovere l’amalgama con un protocollo protetto, siamo a disposizione.

Rimozione Amalgama dai Denti

Ti è stata utile questa pagina? (votala)

Nel sito non trovi la risposta alle tue domande?

Nessun problema! abbiamo inserito un modulo contatti dedicato alle domande dei nostri pazienti. Ti basterà cliccare qui sotto e ottenere la risposta che stai cercando!


Cosa aspettarsi dalla prima visita in Microdent Dental SPA?

La prima visita in Microdent è un'esperienza tutta nuova, dal momento della prenotazione alla visita, viene gestito tutto nei minimi dettagli. Uno Staff preparato e disponibile ti permetterà di prenderti cura della tua salute in assoluta serenità.

Le domande più Frequenti

Qui abbiamo inserito le risposte

Microdent usufruisce di Convenzioni?

Certamente! Microdent usufruisce di molteplici convenzioni indirette come FASI, FASCHIM, etc. Il nostro staff sarà lieto di compilare per te i moduli assicurativi per facilitarti e migliorare il rimborso assicurativo.

Come faccio a sapere se è la cura giusta per me?

Semplicissimo: dopo aver compilato il modulo di contatto che vedi in cima a questa pagina, verrai ricontattato per una visita specialistica approfondita. In quella fase ti prospetteremo la soluzione che tiene conto dell'aspetto economico e personale.

Le mie cure odontoiatriche sono garantite?

Assolutamente si! Sappiamo quanto sia importante vivere serenamente la propria vita ed è per questo che abbiamo deciso di estendere forme di garanzie uniche sul mercato dentale, questo è diventanto uno dei nostri punti di forza!

Posso pianificare i miei appuntamenti?

Certo! Non solo potrai pianificiare tutto il tuo piano di cura, potrai anche scegliere le date che ti permettono di gestire in totale tranquillità tutte le fasi della terapia dentale. Siamo aperti anche di sabato e nei pre festivi

Le nostre qualità sono riconosciute

Ecco alcune testate giornalistiche che hanno parlato di noi

Dentista bologna


Le esperienze di chi è stato in Microdent

Queste recensioni le puoi trovare sulla nostra pagina di Facebook o nella scheda delle mappe di Google. Esperienze reali di persone reali

  • Nadia Travaini

    Per i paurosi come me, l'ambiente della Microdent e il personale rappresentano la possibilità di andare dal dentista a cuor leggero. Fin dalla prima visita emerge la disponibilità e il desiderio di aiutare le persone a tornare a sorridere.
    Non ultima, la professionalità dei vari professionisti.
    Grazie!!

  • Mariagiovanna Careri

    Professionali, stupendi, gentili. Esperienza bellissima e sono supersoddisfatta. Il dottore è davvero bravo ti mette a tuo agio ed ogni ansia svanisce soprattutto per me che ho paura dei dottori. Veramente il dentista che ogni persona vorrebbe. Consiglio a tutti per la professionalità, la chiarezza e la capacità di trovare le soluzioni più adeguate al caso, insomma il dentista dei sogni. Complimenti anche al personale veramente supergentili e disponibili. Grazie!!

  • Illesil

    inutile dilungarsi semplicemente favolosi ... professionali, gentili disponibili. Io paziente fobica (impossibile farmi sedere nella poltrona) ora vado con entusiasmo e tranquillità. Penso che dopo quello che fa Microdent ci siano i miracoli. Lo consiglio al mondo.

  • Luciano Braggio

    non sono una persona che fa tanti complimenti, ma posso dire con franchezza che presso Microdent Dental oltre aver trovato dei validi professionisti del settore, ma sopratutto "amici" che ti mettono subito a tuo agio.... complimenti!

  • Mario Sorrentino

    (Dentista Bologna) Microdent è una struttura di qualità e professionalità altissima. Sono miei clienti e posso solo che dire cose positive sul valore umano e professionale dello staff. Consigliatissimo A++++++


Dentista Bologna

Microdent Dental SPA Via Giuseppe Massarenti 412/2G - 40138 Bologna

Tel. 051 6232040

Dr. Simone Stori Iscritto all'Ordine degli Odontoiatri di Bologna numero 1575 P.IVA 07217640726 Copyright © Microdent 2019

Dott. Simone Stori – Dentista Bologna – Esperto Cura della parodontite

 

Perchè facciamo questo lavoro?

Perchè riteniamo che tutti abbiano il diritto di masticare e sorridere possibilmente con i propri denti…nella massima serenità.