Paura del dentista: conseguenze e soluzioni

Ognuno ha le proprie paure: chi dell’altezza, chi dei ragni, chi del sangue… chi del dentista!

La paura del dentista è da considerarsi normale e quasi il 60% delle persone ne è affetto… quindi, caro lettore, non sei solo! Non bisogna nascondersi dalle proprie paure ma riconoscerle. Questo è il primo passo verso la loro risoluzione!

L’odontofobia, più frequente nelle donne, deriva il più delle volte da brutte esperienze avute nel passato. In altri casi troviamo la paura del dolore, degli aghi o una paura più ancestrale legata a suoni e sensazioni comuni del dentista.

Il paziente odontofobico ha dei veri e propri sintomi di questa fobia come la difficoltà a dormire prima della seduta, ansia, batticuore, sudore, secchezza della bocca, nausea…

Il livello di stress e di paura rende la visita dentale una vera e propria esperienza negativa da evitare e da dimenticare il prima possibile. Spesso si arriva a ridurre il cavo orale in condizioni molto gravi prima di rivolgersi al dentista. Il paziente fobico infatti solitamente tende a rimandare il più possibile le terapie, spostando o cancellando gli appuntamenti e adottando rimedi “fai da te” per i problemi che possono insorgere.

Tutto ciò non fa che peggiorare la situazione e rende le terapie sempre più complesse e costose, creando un circolo vizioso alimentato anche a volte dalla derisione da parte delle persone vicine.

Come ti ho già detto prima, un bel sorriso sano è fondamentale per la nostra vita, eppure viene trascurato!

Un recente studio indipendente dalla American Academy of Cosmetic Dentistry ha rivelato che il 99,7% degli americani ritiene che un bel sorriso è un importante patrimonio sociale.

Coloro ai quali è stato chiesto cosa ritengano che sia un sorriso “poco attraente” hanno risposto:

  • Denti scoloriti, gialli, o denti macchiati
  • Denti mancanti
  • Denti storti
  • Lacune e spazi a denti
  • Carie visibili

Allora, perché una cosa così importante come un bel sorriso è così spesso trascurata?

Le cause più comuni sono: la paura e le finanze. Per prima cosa, diamo un’occhiata al fattore paura.

La paura della “ramanzina” del dentista e quella del dolore tengono le persone lontane dalla poltrona del dentista più di ogni altra cosa. Il nostro centro offre un’esperienza “a Paura Zero” che permette di ridurre al minimo il disagio.

In realtà, cerchiamo di andare oltre con l’obiettivo di darti un’esperienza veramente piacevole, una vera novità negli studi odontoiatrici! Ad esempio, l’uso della sedazione cosciente è una delle cose che possiamo fare per rendere le vostre terapie dentali rilassanti…

E per quanto riguarda la “ramanzina”… Ciò non accadrà MAI nelle nostre strutture, né da me né da nessuno dello staff.

Prima di diventare un dentista, ho sofferto di forte paura del dentista io stesso! Inoltre soffro di claustrofobia, svengo durante i prelievi di sangue, etc… ognuno ha le proprie paure e fobie! E sono NORMALI!

Comunque, ti capisco perfettamente e per questo ho promesso a me stesso di creare una struttura che riduca il più possibile il dolore fisico ed emotivo che molti hanno, purtroppo, nella poltrona del dentista, e ho giurato di creare uno studio possibilmente comodo, piacevole e che non crei alcun senso di colpa ai pazienti.

Se si dà un’occhiata alle recensioni sui nostri siti o ai casi clinici, vedrete che non importa quanta crediate che i vostri denti siano “messi male”… non siete soli! Capisco perché i miei pazienti hanno smesso di prendersi cura dei loro denti, e voglio aiutarli sul serio per quanto possibile.

Le tecniche e tecnologie moderne permettono ormai di poter trattare le varie problematiche del cavo orale riducendo il dolore e affrontando i lavori, se necessario e quando possibile, in poche sedute.

Presso Microdent Dental SPA sono presenti numerosi metodi avanzati che ci permettono di prenderci cura di qualsiasi altro problema dentale che si possa avere, come ad esempio la parodontite, per la quale ormai ci raggiungono persone da tutta Italia e all’estero per la terapia LASER assistita che ci ha reso “famosi”.

Terminate le premesse andiamo ora a valutare le varie possibili soluzioni per affrontare le terapie nei pazienti con paura del dentista.

Alcune di queste le troverete in molti centri esperti nella gestione dei pazienti fobici mentre altre sono peculiari dell’approccio a “Paura Zero” di Microdent Dental SPA.

Esperienza “5 sensi”

La paura nasce spesso da stimoli sensoriali e “stereotipi” del dentista… gli odori forti, il rumore della turbina, le lunghe attese, la scomodità delle poltrone.

Presso Microdent Dental SPA cerchiamo in ogni modo di combattere tutti i vari luoghi comuni legati al mondo del dentista con l’adozione di varie strategie. L’obiettivo è rendere l’esperienza del dentista la più unica e rilassante possibile.

Per saperne di più visita la sezione “Esperienza Dental SPA”.

Odontoiatria Minimamente Invasiva

La filosofia guida del nostro centro è eseguire le terapie meno invasive possibili in base alle esigenze dei nostri ospiti. Tutto ciò grazie ad esempio all’utilizzo del microscopio operatorio, che permette di ingrandire molto la bocca e permettere cure con maggiore precisione. Spesso anche i laser permettono terapie meno invasive, eseguite a volte persino senza anestesia e dalla guarigione spesso più rapida.

Per saperne di più visita la sezione “Terapie”.

Approccio Progressivo Comportamentale

Questo approccio è quello che si è rivelato il più efficace nella nostra esperienza, tanto che solo 1 paziente su 10 che in prima visita voleva affrontare le cure in “anestesia generale” ne ha avuto poi la vera necessità.

L’importanza di questo approccio è presto spiegata: se il paziente effettua le cure sotto sedazione profonda non combatte la sua paura e quindi rende difficile anche successivamente le semplici sedute di mantenimento e pulizia, mettendo a rischio i lavori fatti.

L’approccio progressivo comportamentale prevede una totale rieducazione del paziente, partendo dalle basi con terapie molto semplici e rapide e progressivamente più complesse e lunghe, in un percorso che porta il paziente a comprendere come non bisogna più temere il dentista e di come le sue paure sono effettivamente infondate e superabili.

Eventualmente, nelle fasi iniziali, ci avvaliamo di ausili farmacologici come l’utilizzo a basso dosaggio di ansiolitici per gestire al meglio soprattutto l’ansia.

Questo approccio si è mostrato molto efficace. Ad esempio una paziente che non riusciva nemmeno a chiamare il dentista dalla paura, è arrivata a presentarsi per delle cure importanti da sola in studio e a non aver nemmeno bisogno degli ansiolitici.

L’ultima novità nel campo della gestione dell’ansia del dentista arriva invece dai rimedi naturali o meglio di “Systemic Flowers”, ossia un insieme di Fiori di Bach e Rimedi Californiani di prima qualità.

Grazie a una collaborazione con Legren, abbiamo messo a punto un nuovo protocollo per la gestione delle ansie molto efficace basato appunto su prodotti naturali ed omeopatici.

I rimedi che utilizziamo sono in particolare 3:

  • Help Me: rimedio d’urto che si può assumere in sala d’attesa prima della seduta (ve lo forniremo noi con piacere) o con preparazione dal giorno prima
  • Fast Calm: rimedio specifico per gli stati d’ansia che si può iniziare dal giorno prima insieme ad Help Me o preso in caso di ansia forte in sala d’attesa insieme a Help Me.
  • Fast Sleep: per chi ha problemi di ansia da dentista che gli impediscono il sonno, questo rimedio è perfetto per la sera prima della seduta.

Ecco, per chi fosse interessato, le modalità d’uso:

Preparazione dal giorno prima

Alternare Fast Calm a Help Me assumendo 4 gocce sotto la lingua ogni 3 ore mentre la mattina dell’intervento, in sala d’attesa, vanno assunte 4 gocce di Help Me ogni 5 minuti per almeno 3 volte (arrivate 15 minuti prima dell’intervento).

Se si hanno problemi a dormire… Iniziare Fast Sleep dalle 18 con le prime 4 gocce e poi prenderlo per altre 2 volte prima di coricarsi. Ripetere in caso di risveglio notturno.

Preparazione in Sala D’Attesa

Arrivare 15 minuti prima della seduta ed assumere 4 gocce di Fast Calm e 4 di Help Me ogni 5 minuti per 3 volte.

Sedazione Cosciente con Protossido d’Azoto

La sedazione cosciente, conosciuta anche come analgesia sedativa, è una delle tecniche più innovative che aiutano in molti casi a risolvere l’incubo del dentista e permettono di sottoporsi ai trattamenti in totale relax.

Questa tecnologia sfrutta semplicemente due comuni gas, ossia l’ossigeno e l’azoto e la sua semplicità rende la sedazione cosciente estremamente sicura anche nei bambini!

Non ha effetti collaterali né allergie quindi non comporta praticamente alcun rischio per il paziente, che viene comunque costantemente monitorato nei suoi parametri vitali.

Con questa tecnica si desensibilizza la mucosa orale riducendo nel paziente il dolore – grazie anche all’anestesia locale somministrata – e, nel contempo, favorendone un senso di benessere e tranquillità, fondamentali per affrontare un qualsiasi trattamento dentale.

Come funziona la sedazione?

La sedazione odontoiatrica permette di allontanare in un sol colpo tutta la paura e il senso di colpa di andare dal dentista, permettendo le cure col minimo disagio. La sedazione in realtà è molte volte facile e semplice e potrebbe essere esattamente quello che ti serve per superare la paura di andare dal dentista.

La parte di sedazione / rilassamento consiste di due fasi e viene ovviamente utilizzata in assenza di controindicazioni. Le controindicazioni sono veramente poche: donne in gravidanza, presenza di infezioni polmonari, pazienti che assumono antidepressivi o tossicodipendenti.

La notte prima della procedura, se necessario ti prescriveremo un sedativo che ti aiuterà a rilassarti e ottenere un buon sonno. L’obiettivo sarà ridurre le ansie che si è abituati ad avere quando si ha un appuntamento dal dentista.

Una volta arrivato in studio, ti daremo altri farmaci per controllare che tu sia completamente rilassato.

Ti sarà richiesto di portare qualcuno con te, che sarà in grado di guidare per portarti a casa e stare con te fino a quando l’effetto del farmaco sarà passato. La maggior parte dei pazienti spesso non sentono alcun disagio o effetti residui del loro appuntamento.

Si tratta quindi di uno stato di “incoscienza”, un “piacevole stordimento”; non si è addormentati completamente, e ciò permette di collaborare col dentista, sempre con dolore e ansia al minimo.

Può essere utilizzata in qualunque trattamento, dalla semplice igiene fino alla chirurgia, all’implantologia e alla protesi, e si è dimostrata molto efficace.

Dopo la seduta odontoiatrica, in caso di sedazione con protossido, si può tornare tranquillamente alla propria attività senza alcun impedimento, mentre con la sedazione farmacologica (ad esempio con le Benzodiazepine) bisogna attendere in quanto può alterare per molte ore la piena lucidità mentale.

Sedazione Profonda

Nei casi in cui gli approcci mostrati in precedenza non dovessero essere sufficienti, oppure in casi di riabilitazioni molto complesse o senso del vomito molto accentuato, è possibile affrontare le cure in regime di sedazione profonda endovenosa.

L’adozione di questa soluzione può infatti risolvere numerose problematiche dei pazienti affetti da fobia e si può combinare ad altri metodi.

Una delle soluzioni più frequenti è quella di effettuare la parte diagnostica e di terapie minori (pulizia e piccole carie) adottando altri metodi per poi destinare le terapie già lunghe e complesse ad una o più sedute in sedazione profonda.

Qualora si decida di adottare la sedazione profonda, che non è un’anestesia generale come molti credono, si avrà in primis un colloquio con il nostro collaboratore anestesista e dopodiché sarà programmato l’intervento.

Ciò permette di affrontare le cure nella massima serenità e praticamente in quasi totale assenza di fastidio e dolore.

Il nostro compito sarà di eseguire quante più terapie possibili “sfruttando” la sedazione, utile in casi di implantologia multipla, riabilitazioni protesiche estese o estrazioni molto complesse.

I parametri vitali saranno costantemente monitorati e al termine della seduta sarete “risvegliati” dal torpore con le terapie finalmente eseguite.

Testimonianza di Sara Ravelli da Brescia, che ha sconfitto la paura del dentista grazie all’approccio di Microdent:

“Professionalità e competenza fanno da padroni in questa clinica. La sensibilità verso coloro che soffrono di fobia da dentista, li rende semplicemente unici! Ci troviamo, senza ombra di dubbio, nella migliore clinica dentistica italiana per la cura di denti e gengive. Infatti, grazie a loro, è davvero possibile sconfiggere la parodontite. Io ne sono la prova. Sono straordinari!”

NB: Quelle riportate sono esperienze personali e soggettive di nostri pazienti.

In caso dovessi necessitare di maggiori informazioni o approfondimenti, lo staff di Microdent è a disposizione.

 

Lavoriamo ogni giorno per migliorare la vita delle persone

Se stai cercando un dentista a cui affidarti, siamo certi di poterti aiutare. Cerchiamo infatti soluzioni su misura, basate anche sulle tue esigenze di tempo e di budget.

Sappiamo quanto siano importanti le certezze!

I protocolli Microdent sono stati sviluppati in oltre 30 anni di pratica, migliaia di ore di studio e oltre 4300 pazienti trattati.

Le nostre qualità sono riconosciute

Ecco alcune testate giornalistiche che hanno parlato di noi

Microdent Dental SPA Via Giuseppe Massarenti 412/2G - 40138 Bologna

Tel. 051 6232040

Dr. Simone Stori Iscritto all'Ordine degli Odontoiatri di Bologna numero 1575 P.IVA 07217640726 Copyright © Microdent 2020

Dott. Simone Stori – Dentista Bologna – Esperto Cura della parodontite

Lunedì e Venerdi: 8.30-18.30 - Mercoledi: 8.30 - 19 - Martedì e Giovedì: 9.00 - 19.30 - Sabato (2 al mese) 9.00 - 15.30

Una storia lunga ormai 30 anni, fatta di passione per il proprio lavoro, amore per la tecnologia e con una sola missione: debellare la parodontite nei nostri pazienti con le tecniche meno invasive ed efficaci, preservando i denti il più possibile e abbattendo la paura del dentista.
© Microdent. Riproduzione Vietata anche se parziale - Powered by Mario Pompilio.

Perchè riteniamo che tutti abbiano il diritto di masticare e sorridere possibilmente con i propri denti…nella massima serenità.