Si possono curare le carie con il LASER?

La carie dentaria: un problema comune che può diventare anche pericoloso

I denti, come tutte le ossa del corpo, sono caratterizzati da un tessuto - denominato tessuto osseo - ricco di minerali. È un tessuto molto leggero, ma al contempo molto duro e resistente, e ha tante funzioni, tra cui quella di produrre le cellule che caratterizzano il sangue, oltre che la funzione di sostenere l'intero organismo umano e fungere da supporto per i muscoli.

Proprio grazie all'incredibile resistenza che caratterizza questo tessuto, molte persone sono convinte che si tratti di una parte del corpo indistruttibile, resistente a qualsiasi tipo di stress. Questa convinzione viene spesso messa in evidenza dalla mancanza di cura che molti individui prestano nei confronti del tessuto osseo più esposto all'ambiente esterno, ovvero i denti. È tristemente comune, infatti, osservare una dentatura poco curata e dalla discutibile igiene.

La realtà dei fatti, in ogni caso, è ben diversa da ciò che molti credono: i denti, come tutti gli altri tessuti dell'organismo (e, in generale, tutti i materiali organici) possono deteriorarsi. Una delle principali cause di deterioramento dei denti è la carie.

La carie non è altro che una malattia degenerativa che causa la putrefazione del dente (non solo della sua superficie esterna, ma anche e soprattutto della sua radice). La causa di questa malattia è legata a diversi fattori, tra cui lo stile di vita della persona, l'igiene orale e i batteri presenti nella bocca.

Generalmente, il cavo orale è un ambiente non particolarmente ricco di batteri, i quali instaurano un rapporto di simbiosi con l'uomo: in cambio di residui di cibo (soprattutto zucchero, che è il loro principale nutrimento) offrono protezione contro batteri pericolosi. Tuttavia, i microbi commensali della bocca sono patogeni opportunisti, ovvero possono avviare processi negativi per l'uomo solo se si crea l'ambiente ideale. Nel caso della carie, l'ambiente che permette una crescita incontrollata di questi batteri - i quali possono consumare i denti, se presenti in numero sufficiente - è generalmente una dentatura con placca, che si arricchisce di zuccheri consumati con l'alimentazione. Ecco perché consumare pochi cibi ricchi di zuccheri e lavare adeguatamente i denti sono le protezioni ideali contro la carie.

Come curare la carie: metodi tradizionali e innovativi

La cura della carie è una delle attività maggiormente richieste agli odontoiatri, e rappresenta un'esigenza primaria di chi si reca dal dentista.

Non lo si dice mai a sufficienza: l'arma principale per vincere la carie, nonché la cura più efficace, è la prevenzione, che consta di poche e semplici abitudini che, se adottate quotidianamente, possono fare la differenza.

Quando, tuttavia, si ha a che fare con un dente già bucato, con un nervo esposto o con la caduta/frattura di frammenti di tessuto (tutti sintomi che indicano una grave infezione batterica e una compromissione irrimediabile del dente), la prevenzione non ha più molto effetto, e si deve passare all'azione.

Una delle principali e tradizionali azioni che viene intrapresa quando si ha il sospetto o il rischio che si possa sviluppare l'infezione è quella di sigillare i caratteristici solchi che sono presenti sui premolari e molari: in questo modo si evita l'annidamento di batteri, che sono più difficili da allontanare anche con lo spazzolino. Anche nel caso di denti solo parzialmente danneggiati, l'odontoiatra può intervenire effettuando un'adeguata disinfezione del tessuto e otturando eventuali buchi o solchi con resine o ceramiche praticamente indistinguibili dal tessuto, nonché molto resistenti.

Nei casi più gravi, nei quali l'infezione ha raggiunto tessuti profondi, l'odontoiatra si trova costretto a effettuare una scelta più importante: la devitalizzazione del dente. In questo caso, il dentista rimuove le terminazioni nervose che sono presenti nel dente e lo ottura con materiali adeguati come la guttaperca; in alternativa, infine, vi può essere int alcuni casi proprio l'asportazione o estrazione del dente.

Per fortuna, però, la medicina è in costante ed efficace aggiornamento, così come l'odontoiatria: proprio per questo motivo, sono state di recente sviluppate alcune tecniche che permettono di curare la carie dentaria in alcuni casi attraverso l'impiego di laser.

La cura delle carie con il laser: i pregi di questa tecnologia

Ciò che incute più timore nelle persone che si recano dal dentista è la paura di percepire dolore. Si può dire che la paura del dentista sia quasi proverbiale. La realtà dei fatti è che alcune azioni richiedono interventi “meccanici” che, di conseguenza, in molti casi possono provocare disagio. L'impiego del laser per le attività odontoiatriche, una tecnologia adottata di recente che consiste nell'impiego di uno strumento in grado di emettere un fascio di luce monocromatico le cui radiazioni possono avere un molteplice effetto, risolve gran parte di questi problemi e riduce la percezione della caratteristica "paura del dentista". Di seguito sono riportati alcuni dei principali pregi del laser.

Innanzitutto, solitamente il laser non provoca dolore (solo un leggero riscaldamento, di tanto in tanto): ciò riduce il rischio che i pazienti si trovino a dover affrontare situazioni dolorose e difficili, nonché in molteplici casi limita l'utilizzo di anestetici, che non sempre sono tollerati o graditi.

Ciò che contraddistingue, inoltre, il laser dal classico trapano è l'assenza di vibrazioni: si può ritenere che il laser produca un suono e delle vibrazioni molte volte meno intense ed invadenti di quello emesso da altri "strumenti del terrore", il che suscita solitamente un sentimento positivo nel paziente, che non vivrà l'esperienza come un trauma ma in modo più sereno.

I microrganismi, inoltre, sono formati da materiale organico suscettibile alle stimolazioni del laser: ciò vuol dire che questo strumento monocromatico è un eccellente disinfettante, ha un'elevata sensibilità e un'ancor più alta efficacia contro i microbi del cavo orale e non solo. Inoltre, in altri casi può aiutare anche a sbiancare i denti.

In base a quanto appena detto, risulta chiaro che il laser, in molti casi, può essere particolarmente indicato per la cura della carie. Nel caso, infatti, di un dente che presenta lievi danni, il laser è certamente utile per disinfettare la zona e rimuovere la carie, per evitare o ridurre la ricomparsa dei sintomi anche nel lungo tempo; per un dente in condizioni maggiormente compromesse, invece, il laser può rappresentare un valido aiuto anche per eliminare i tessuti ormai putrefatti, ma è anche in grado, qualora sia necessario, di essere da ausilio nella devitalizzazione del dente limitando il disagio sia durante che dopo l’intervento rendendo la disinfezione dei canali più profonda.

In conclusione, ciò che rende valido l'impiego del laser in odontoiatria, in particolar modo per la cura dei denti cariati, è la l’affinità della luce coi tessuti del denti e le minime controindicazioni.
Si possono curare le carie con il LASER?

Ti è stata utile questa pagina? (votala)

1.0/5 rating 1 vote

Vuoi saperne di più su come possiamo aiutarti?

Nessun problema! Abbiamo creato una linea dedicata su Whatsapp proprio per te! Ti basterà cliccare qui sotto e avrei accesso alla chat dedicata!


Cosa aspettarsi dalla prima visita in Microdent Dental SPA?

La prima visita in Microdent è un'esperienza tutta nuova, dal momento della prenotazione alla visita, viene gestito tutto nei minimi dettagli. Uno Staff preparato e disponibile ti permetterà di prenderti cura della tua salute in assoluta serenità.

Le domande più Frequenti

Qui abbiamo inserito le risposte

Come faccio a sapere se è la cura giusta per me?

Semplicissimo dopo aver compilato il modulo di contatto che vedi in cima a questa pagina, verrai ricontattato per una visita specialistica approfondita. In quella fase ti prospetteremo la soluzione che tiene conto, oltre alla situazione dentale, dell'aspetto economico e personale per permetterti di affrontare nel modo migliore il tuo percorso di cure.

Microdent usufruisce di Convenzioni?

Certamente! Microdent usufruisce di molteplici convenzioni indirette come FASI, FASCHIM, etc. Il nostro staff sarà lieto di compilare per te i moduli assicurativi per facilitarti e migliorare il rimborso assicurativo.

Le mie cure odontoiatriche sono garantite?

Assolutamente si! Sappiamo quanto sia importante vivere serenamente la propria vita ed è per questo che abbiamo deciso di estendere forme di garanzie uniche sul mercato dentale, questo è diventato uno dei nostri punti di forza più apprezzati!

Posso pianificare i miei appuntamenti?

Certo! Non solo potrai pianificare tutto il tuo piano di cura dal principio, ma potrai anche scegliere le date che ti permettono di gestire in totale tranquillità tutte le fasi della terapia dentale. Siamo aperti anche di sabato e nei prefestivi. Sappiamo quanto è importante il tempo e cerchiamo di gestire al meglio tutto per non fartelo sprecare!

 


Le nostre qualità sono riconosciute

Ecco alcune testate giornalistiche che hanno parlato di noi

Dentista bologna

Dentista Bologna

Microdent Dental SPA Via Giuseppe Massarenti 412/2G - 40138 Bologna

Tel. 051 6232040

Dr. Simone Stori Iscritto all'Ordine degli Odontoiatri di Bologna numero 1575 P.IVA 07217640726 Copyright © Microdent 2020

Dott. Simone Stori – Dentista Bologna – Esperto Cura della parodontite

Lunedì 9.00-18.00 - da Martedì a Venerdì 9.00 - 19.00 - Sabato (2 al mese) 9.00 - 15.30

 

Perchè facciamo questo lavoro?

Perchè riteniamo che tutti abbiano il diritto di masticare e sorridere possibilmente con i propri denti…nella massima serenità.